HOME-PAGE

 

Nei dialoghi di Timeo e Crizia, il sacerdote Egizio di Sais, spiega a Solone che il fenomeno dei diluvi è generato da corpi celesti che vengono deviati dalla loro normale orbita.

Questo testo da ampia conferma di questo fatto, riportando la narrazione di un diluvio e di quelli che si salvano dentro un’arca.

Come causa del fenomeno viene chiaramente descritto il Distruttore.

 

CAPITOLO QUATTRO

IL DILUVIO

 

Come in quasi tutti i testi antichi in cui vengono riportate distruzioni, il narratore inizia descrivendo lo stato di degrado morale in cui versava la società di quel tempo, degrado che giustificava la catastrofe che  seguiva.

Abbiamo risparmiato al lettore questa parte, iniziando il racconto dei fenomeni con annessi e connessi.

 

Così hanno chiamato il loro Dio, per vedere queste cose cattive. Il loro Dio  ha mandato giù una maledizione sugli uomini delle città, e ci fu una strana

luce e una nebbia fumosa che ha catturato la gola degli uomini. Tutto è diventato immobile e apprensivo, ci sono state strane nuvole nel cielo e le notti erano sospese con pesantezza.

Passarono molti giorni prima che un vento da nord arrivasse e il cielo si schiarì: ma poi, quando le donne concepirono demoni. Mostruosità uscìrono dai loro

uteri, i cui volti erano terribili e le cui membra erano sproporzionati.

 

-

In quei giorni gli uomini conoscevano l'arte della lavorazione dell’argilla e della fabbricazione di biancheria in colori vivaci, e anche l'uso della pitturazione degli occhi.

Essi erano a conoscenza delle erbe per la magia, l'incanto, e la saggezza del Libro dei Sogni , la conoscenza dei segni e dei presagi, i segreti delle stagioni, della luna e la venuta delle acque.

-

I resti dei Figli di Nezirah rimasta sui monti che sono contro l'Ardis, dalla terra dell'accampamento di Lamak. In Ardis vi erano uomini saggi pieni di saggezza interiore, che hanno letto il libro del Cielo con  comprensione e conoscevano i segni. Hanno visto che le gesta degli uomini in tutte le terre sulle

montagne li avevano condotti alla loro ora.

-

Poi venne il giorno in cui La signora della notte ha cambiato la sua veste

per uno di un colore diverso, e la sua forma ha spazzato rapidamente tutto il cielo. Le sue trecce scorsero dietro con colore di oro e rame, e lei a bordo di un carro di fuoco. La gente in quei giorni sono stati una grande moltitudine e un forte grido ascese al Cielo.

-

Poi i saggi andarono a Sharepik, ora chiamato Sarapesh, e disse Sisuda, il re: "Ecco, gli anni sono accorciati e l'ora della prova si avvicina. L'ombra di sventura si avvicina a questa terra a causa della sua malvagità;

Eppure, perché non si sono mescolati con gli empi, sarete tenuti in disparte e non perirete,in questo modo i tuoi semi potranno essere conservati ".

-

 Allora il re mandò a Hanok, il figlio di Hogaretur, e lui è uscito di Ardis, andando udì una voce tra le canne dicendo: "Abbandonate la vostra dimora e i vostri possedimenti, poiche l'ora del destino è a portata di mano; né oro né tesoro può comprare un rinvio".

-

Allora  Hanok entrò nella città e disse ai governatori: «Ecco, vorrei andare al mare e quindi costruire una grande nave, che io possa prendere il mio popolo su di essa. Con me andrà verranno quelli che ti causano problemi  e loro porteranno le cose che ti causano preoccupazione, verrai quindi lasciato in pace per il tuo divertimento ".

-

Il governatore disse: «Andate verso il mare e costruire la vostra nave lì, e sarà bene, per voi andare con la nostra benedizione".

Ma Hanok rispose: "E 'stato detto di me in un sogno che la nave dovrebbe essere costruito contro le montagne, e il mare arriverà fino a me ".

Quando lui era andò via che lo  dichiararono pazzo. La gente lo scherniva, chiamandolo Comandante del mare, ma questo non gli impedì, di riuscire nella sua impresa.

-

Quindi una grande nave è stato fissata sotto la guida di Hanok, figlio di Hogaretur, per Sisuda, re di Sarapesh, dal cuiTesoro è venuto pagamento per la costruzione della nave.

E 'stata costruito sul lago di Namos, vicino al fiume d'oro, dove si divide. Tutta la famiglia di Hanok è stata ì e la famiglia di suo fratello che ha diretto gli uomini al lavoro.

-

Dwyvan, capitano di navi, dalla terra al di là di Ardis, era sovrintendente degli artigiani. Si portarono le donne e i bambini e gli uomini costruivano.

 La lunghezza della nave era di 300 cubiti, e la sua larghezza era di cinquanta cubiti, ed era finished off sopra un cubito.

Aveva tre piani che sono stati costruiti senza interruzione.

-

La più bassa è stato per le bestie e il bestiame e il loro foraggio, e fu sovrapposta con la sabbia dal fiume.

Quello di mezzo era per gli uccelli e le galline, per impianti di ogni genere che vanno bene per l'uomo e la bestie, e il più in alto  è stato per le persone.

Ogni piano è stato diviso in due, in modo che vi erano sei piani al di sotto e uno

sopra, ed erano divisi in  sette partizioni.

In esso erano cisterne per l'acqua e magazzini per il cibo,ed è stato costruito con legno di askara , che  non  marcisce nell’acqua e non viene attaccato dai parassiti.

-

E 'stato inclinato dentro e fuori e le cisterne erano allineate.

Le tavole sono state tagliate e le giunzioni fatte velocemente con i capelli e olio. Grandi pietre sono state appese a corde di pelle intrecciata, e la nave era senza albero e remi.

Non c'erano sostegni e nessuna apertura,ad eccezione di un boccaporto sotto la gronda dall quale tutte le cose sono entrate. Il portellone è stato bloccato da grandi travi .

-

Nella grande nave che portava il seme di tutti gli esseri viventi;il grano fu posto in canestri e molti bovini e pecore furono uccisi per la carne che è stata affumicata da un fuoco. Hanno inoltre preso tutti i tipi di bestie selvatiche e selvagge,animali, uccelli e uccelli, tutte le cose che strisciano.

Anche oro e argento, metalli e pietre.

-

Il popolo delle pianure si avvicinò e si accamparono per vedere questa meraviglia, anche i Figli della Nezirah sono stati tra loro, e quotidianamente deridevano i costruttori della nave grande, ma questi non erano costernati e faticavano duramente al lavoro.

Dicevano ai  beffardi, "Abbiate la vostra ora, la nostra, sicuramente verrà".

Il giorno stabilito, quelli che avrebbero dovuto andare con la grande nave partìrono dalle loro case e dall'accampamento.

-

Baciarono le pietre e abbracciavano gli alberi, e raccoglievano manciate di terra, e di tutto ciò che non avrebbero più visto.

Hanno caricato la grande nave con i loro beni e tutto il loro foraggio è andarono con loro.

Essi fissano una testa d'ariete sopra il portellone, versando il sangue, latte, miele e birra. Battendosi il petto,piangendo e lamentandosi, la gente entra nel grande battello e chiude il portello, il che rende sicuro l'interno.

-

Il re entrò  e con lui quelli del suo sangue in all fourteen, perché era proibito che la sua famiglia andasse nella nave. Di tutte le persone che entrarono con lui, due comprendevano le vie del sole e della luna e i modi dell'anno e delle stagioni. Uno l'estrazione di pietre, uno la realizzazione di mattoni e uno la realizzazione di asce e armi. Uno la riproduzione di strumenti musicali, uno solo pane, uno la realizzazione della ceramica, uno la cura di giardini e uno l'intaglio del legno e della pietra.

Uno la realizzazione di tetti, uno la lavorazione del legno, uno la realizzazione di formaggio e burro. Uno la coltivazione di alberi e piante, una la realizzazione di aratri, uno la tessitura di stoffa e realizzazione di tinture, e uno la produzione della birra. Uno l'abbattimento e taglio di alberi, uno la realizzazione di carri, uno la danza, uno dei misteri dello scriba, uno la costruzione di case e la lavorazione del cuoio.

Ci fu chi era abile nella lavorazione del cedro e legno di salice, e  un cacciatore, uno che conosceva la astuzia dei giochi e del circo,uno ed era un guardiano. C'è stato un ispettore di acqua e dighe, un

magistrato e un capitano degli uomini. C'erano tre servi di Dio. C'era Hanok e  suo fratello e le loro famiglie, e Dwyvan e sei uomini che erano estranei.

-

Poi, all'alba, gli uomini videro uno spettacolo impressionante. Lì, in groppa a un grande nuvola nera rotolando è arrivato il Distruttore, appena disceso dai confini delle volte cielo, e si infuriava sui Cieli, perché era il suo

giorno del giudizio. La bestia con lei aprì la bocca e eruttava fuoco e pietre calde e un fumo vile. Coprì tutto il cielo e l’orizzonte non poteva più essere visto. In serata la posizione delle stelle è stata cambiata, si rotolò nel cielo in varie posizioni, poi vennero le innondazioni.

-

Le cateratte del cielo si aprirono e le fondamenta della Terra sono divise. Le acque circostanti si riversarono sopra la terra e arrivarono sino ai monti.

La casa dei venti si fece a pezzi a pezzi, in modo che tempeste e trombe d'aria sono stati liberate, per scagliarsi sulla Terra.

Nelle acque ribollenti e tempeste ululanti tutti gli edifici sono stati distrutti, gli alberi sono stati sradicati e montagne abbattute.

-

C'è stato un periodo di grande caldo,poi seguì un periodo di freddo pungente. Le onde sopra le acque non si alzavano e si abbassavano, ma ribollivano e roteavano, ci fu un suono terribile in alto.

I pilastri del cielo si ruppero e caddero  sulla Terra.

 La volta celeste era afflitta e rotta, l'intera creazione era nel caos.

 Le stelle nel cielo avevano lasciatoi loro luoghi, così tracciavano rotte nella confusione.

-

Ci fu una rivolta in alto, un nuovo sovrano è apparso lì e spazzava il cielo in maestà.

Coloro che non avevano lavorato alla costruzione della grande nave e quelli che avevano preso in giro i costruttori si recarono rapidamente verso il luogo dove giaceva. Salirono sulla nave e si abbatterono su di essa con le mani, si infuriarono e implorarono, ma non potettero entrare dentro, né potevano rompere il legno

-.

Quando la grande nave è stata sostenuta dalle acque queste si riversarono e sono stati spazzati via, perché non c'era nessun punto d'appoggio per loro. La nave è stata sollevata dallapossente ondata di acque e lanciato tra le macerie, ma non è stato tratteggiato sulla montagna a causa della

luogo dove è stato costruito. Tutte le persone non salvate all'interno della nave sono stati inghiottiti, in mezzo infuriava la confusione, e la loro malvagità e la corruzione è stata eliminato dalla faccia della Terra.

-

Le acque gonfie si riversarono fino alla cima della montagna e riempirono le valli. Non nacquero come quando l’acqua è  versata in una ciotola, ma vennero in gran torrenti in aumento, ma quando il tumulto si calmò e le acque si calmarono, si fermarono non più di tre cubiti sopra la Terra.

 Il Distruttore scomparve  nella solidità del Cielo e la grande inondazione è rimasta per sette giorni, diminuendo di giorno in giorno, così le acque ritornarono al loro posto.

Poi le acque si dispersero con calma e la grande nave rimase alla deriva in mezzo a una schiuma marrone e detriti di ogni genere.

Dopo molti giorni la grande nave si fermò su Kardo, nelle montagne di Ashtar, contro Nishim in Terra di Dio.